• PREMESSA

 

A Far data da martedì 27.10 2015 avrà inizio la 4° edizione del campionato femminile ASI di calcio a 5 “Le Donne nello Sport”,  indetto  dal Comitato Provinciale A.S.I. di Palermo (Associazioni Sportive e Sociali Italiane) – Settore calcio, valevole quale fase Provinciale e con eventuale possibilità a partecipare alle finali Nazionali Femminili ASI da svolgersi in una località italiana ancora da definire.

Tutti i partecipanti al campionato devono mantenere condotta conforme ai principi sportivi della lealtà, della probità e della rettitudine nonché della correttezza morale e materiale in ogni rapporto di natura agonistica e non e sociale.

 

  • REGOLAMENTO

 

Per semplificare la scrittura il termine “Calciatori” e “Atleti” è usato per uomini e donne.

 

  • 1.2- SQUADRE INVITATE

 

Alla manifestazione sono invitate tutte le Società e Squadre femminili di Palermo e Provincia.

  • 2.1 – SQUADRE PARTECIPANTI

 

Al campionato sono iscritte (ordine alfabetico) le seguenti squadre:

  1. C. POLIZIA MUNICIPALE PALERMO
  2. INSIDEOUT
  3. ASI TRINAKRIA
  4. ATLETICO SAN YOSEF
  5. CITTA’ DI CARINI
  6. DON CARLO LAURI
  7. JATINA
  8. PRATO VERDE
  9. PRO/FICARAZZI
  10. SPORTING ARENELLA
  11. VIGOR MONTELEPRE

 

  • 1.3 – NORME PER IL TESSERAMENTO

 

Possono partecipare al torneo, indipendentemente dal tipo di tesseramento, solo calciatori di sesso femminile. Ogni Società dovrà produrre un elenco generale nel MINIMO di 08 (otto) unità e 02 (due) Dirigenti.  Il tesseramento di calciatori può essere completato (come concordato nella riunione programmatica ed organizzativa del 05.10.2015 di cui è stato inviato verbale alle Società partecipanti)  entro IL 30.04.2016. Tutti gli Atleti dovranno disputare non meno di cinque partite nel corso della Regolar Seasons; pena l’esclusione della/e stessa dalle fasi fanali.

In caso di grave infortunio o trasferimento per motivi di lavoro in altra Sede fuori la Sicilia (per entrambe le motivazioni dovranno essere motivate e documentate), la Società potrà inserire altro calciatore anche in caso di elenco completato.

 

Ogni Società partecipante dovrà provvedere a comunicare il campo di gioco per la disputa delle gare interne e darne comunicazione a questo Settore Calcio, precisando giorno e data.

Tutti i calciatori ed i Dirigenti delle Società partecipanti al campionato devono sottoporsi a tesseramento a cura dell’ ASI che provvederà anche alla copertura assicurativa. Il tesseramento di ogni Calciatore o Dirigente avrà validità dalle ore 24,00 del giorno successivo a quello di vidimazione. Non possono essere tesserati calciatori o dirigenti colpiti da provvedimenti disciplinari superiori a TRE mesi emanati dalla FIGC o altro Ente di Promozione Sportiva, che comporteranno, a fronte di reclami, provvedimenti a carico di Società ed atleti.

Gli elenchi che devono essere corredati da cognome, nome, data e luogo di nascita, indirizzo e-mail, indirizzo anagrafico e C.A.P. e, dovranno essere depositati almeno 15 giorni prima dell’inizio del campionato sull’apposito modulo in allegato al presente C.U. e firmato dal responsabile unico della stessa che provvederà, altresì, a comunicare un indirizzo di posta elettronica utile per la corrispondenza.

Gli elenchi delle Squadre con relativi aggiornamenti e/o inserimenti saranno resi pubblici a tutti i partecipanti.

 

Art. 1.4  – TESSERA SETTORE CALCIO

 

Ad ogni iscritto verrà rilasciata una tessera assicurativa che dovrà essere allegata alla distinta di gara (in duplice copia) da presentare all’Arbitro, unitamente ad un documento di riconoscimento. Le tessere rilasciate dell’ASI possono sostituire il documento di riconoscimento, solamente se recano la fotografia e plastificate (in quest’ultimo caso agli organizzatori devono preventivamente essere consegnate fotocopia del documento di riconoscimento da visionare da quello originale e una foto tessera per procedere in conseguenza).

 

  • 1.5 – ORDINAMENTO DEL TORNEO

 

Alla manifestazione sono iscritte 11 squadre.

Il campionato si articola in DUE fasi:

FASE ELIMINATORIA (Regolar Season che determinerà la vincitrice delle fasi eliminatorie e le consente di candidarsi ad accedere alle finali regionali e Nazionali ASI in base al tesseramento);

FASE FINALE  (che determinerà da vincente del torneo).

Le squadre partecipanti saranno inserite in un unico girone all’italiana e si affronteranno fra loro con gare di andata e ritorno, secondo il calendario che verrà successivamente pubblicato a cura dal Settore  Calcio dell’ASI.

Per determinare la classifica finale in caso di arrivo a pari punti tra due o più Società, si valuterà:

Scontro diretto;   Differenza reti generale;  Maggior numero di reti segnateDisciplina;   Sorteggio.

La gare di qualificazione saranno  disputate in casa della squadra con miglior piazzamento in classifica generale, che avrà, pertanto, cura, di prenotare e darne comunicazione al Settore calcio per la programmazione arbitrale e avvisare la Società avversaria.

Le spese del campo e Direzione Arbitrale saranno divise in eguale quota pro-capite.

Per le semifinali, in caso di parità di procederà direttamente ai rigori. Per la finali, caso parità, saranno disputati supplementari da 3 minuti e rigori.

 

Art. 1.6 –  DESIGNAZIONI ARBITRI

 

Le gare sono dirette per tutta la durata del campionato da Arbitri tesserati all’ A.S.I. (Associazioni Sportive Sociali Italiane).

 

  • 1.7 – ADEMPIMENTI PRELIMINARI PRE GARA

 

Il Dirigente responsabile e/o il Capitano ha l’obbligo di consegnare all’Arbitro designato alla gara, almeno 15 minuti prima dell’inizio della partita (con riferimento all’orario ufficiale), la distinta gara, in duplice copia, dei nominativi dei calciatori, dei dirigenti (max. 2) e di altri tesserati da ammettere sul terreno di giuoco, con le relative tessere dell’ ASI e del documento di riconoscimento utili per l’identificazione. Si dispone che NON potranno partecipare alla gara calciatori e/o dirigenti sprovvisti del documento di riconoscimento e/o della tessera ASI valida per l’anno in corso.

Le due Società dovranno indossare maglie di colore diverso; nel caso in cui abbiano colori di maglia uguali o confondibili, è fatto obbligo alla Società prima menzionata in calendario, di sostituirle.

 

  • 1.8 – DURATA DELLE GARE

 

Gli incontri prevedono due tempi da 25 minuti con un intervallo massimo di 10 minuti. Nel caso della disputa dei tempi supplementari  ulteriori due tempi da 3 minuti.

 

  • 1.9 – RITARDATA PRESENTAZIONE IN CAMPO DELLE SQUADRE e TEMPO DI ATTESA

 

Le Squadre hanno l’obbligo di presentarsi in campo all’ora fissata per l’inizio dello svolgimento  della gara. Nel caso di ritardo, fatte salve le sanzioni irrogabili dagli organi disciplinari ove il ritardo stesso sia ingiustificato, l’Arbitro deve dare comunque inizio alla gara, purché le squadre si presentino in campo in divisa di giuoco entro 10 minuti (il tempo viene fissato in 10 minuti avendo disponibilità del campo totale di minuti 60).

 

  • 1.10 – RINUNCIA ALLA GARA E RITIRO O ESCLUSIONE DELLE SOCIETA’ DAL TORNEO

 

La Società che rinuncia alla disputa di una gara o fa rinunciare la propria squadra a proseguire nella disputa  della  stessa,  laddove sia già in svolgimento,  subisce la perdita della gara con il punteggio di 0-6 o con il punteggio al momento più favorevole alla squadra avversaria, la penalizzazione di un punto in classifica ed il pagamento delle ammende fissate come di seguito:

  • Pagamento in toto del noleggio campo e Direzione Gara ed ancora:
  • 1^ rinuncia: euro 200
  • 2^ rinuncia: euro 50.00 ed esclusione dal campionato.

Qualora una squadra si ritiri dal campionato o ne venga per qualsiasi ragione esclusa durante la prima fase, la stessa verrà considerata rinunciataria alle gare che ha in calendario, con ogni conseguente sanzione, e i risultati fino a quel punto conseguiti in campo saranno annullati.

In caso di ritiro di una Società nel girone di ritorno alle rimanenti gare in calendario verrà assegnato il 0-6 a tavolino.

La Società che rinuncia per due volte, anche non consecutive, alle gare in calendario, verrà estromessa d’ufficio dal campionato.

 

Art. 1.11 –  FORMAZIONE DELLA CLASSIFICA

 

Per le gare della prima fase, la classifica è stabilita a punti, con l’attribuzione di 3 punti per la gara vinta, 1 punto per la gara pareggiata e 0 punti per la gara persa.

 

Art. 1.12 –  PALLONE UFFICIALE

 

Per le gare dovrà essere utilizzato il pallone a rimbalzo controllato.

 

Art. 1.13  – IMPRATICABILITA’ DI CAMPO

 

Il giudizio sulla impraticabilità del terreno di giuoco, per intemperie o per ogni altra causa, è di esclusiva competenza dell’Arbitro designato a dirigere la gara; l’accertamento, alla presenza dei capitani, deve essere eseguito all’ora fissata per l’inizio della gara, dopo la verifica della presenza delle squadre e l’identificazione dei calciatori in distinta.

 

  • 1.14 – MANCATA PARTECIPAZIONE ALLA GARA PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE

 

Le squadre che non possono presentarsi alla gara nei tempi previsti per causa di FORZA MAGGIORE, comprovata e documentata, non subiscono quanto disposto dall’art.1.10. L’eventuale causa di forza maggiore dovrà essere comunicata alla Segreteria del Settore  Calcio, entro le 24 ore del giorno, non festivo, successivo alla data in cui si sarebbe dovuta svolgere la gara. Tale comunicazione deve essere fatta con mezzo idoneo ( fax, raccomandata, telegramma, e-mail, ecc.).

Inoltre, qualsiasi richiesta in ordine ad eventuali variazioni di date, orari di gare già in programma come da calendario, dovranno rivestire carattere di eccezionalità e comunque essere inoltrate sempre con mezzo idoneo, almeno 72 ore prima della disputa della stessa per potere essere prese in esame e consentire quindi, l’eventuale accoglimento.

Per andare incontro alle Società, come da riunione preliminarmente concordata, si dispone che in caso di rinvio di un incontro (motivi sufficientemente comprovati) , preliminarmente le Società dovranno mettersi d’accordo tra loro e dopo comunicare al responsabile Designatore la nuova data ed orario per la designazione arbitrale.

 

  • 1.15 – TUTELA SANITARIA

 

Il Settore Calcio provvederà, all’atto del tesseramento dell’Atleta che ne farà specifica richiesta, alla copertura assicurativa con tipologia “A”, “B” o “C” ASI che ha validità assicurativa dalle ore 24,00 del 1 settembre al 31 agosto di ogni stagione sportiva e ricopre gli infortuni occorsi durante le gare come da contratti assicurativi di cui si allega uno stralcio e i calciatori devono essere in regola con le norme sanitarie e i responsabili delle Società se ne faranno carico. L’ASI declina ogni responsabilità per il mancato rispetto di quanto indicato, in ordine ad eventuali istanze risarcitorie. Particolari sulla convenzione assicurativa sono essere visionati al sito www.asinazionale.it e www.asipalermo.it .

  • 1.16 – PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

 

I calciatori, cui il Giudice Sportivo infligga più ammonizioni indipendentemente dalle motivazioni durante la prima fase del campionato, incorrono nella squalifica per una gara effettiva al raggiungimento della terza ammonizione e verranno squalificati automaticamente per la gara successiva alla pubblicazione del Comunicato Ufficiale, salvo più gravi sanzioni. Dopo la prima fase il conteggio delle ammonizioni verrà azzerato e durante la seconda e terza fase i calciatori incorrono nella squalifica per una gara effettiva ogni due ammonizioni. Per i dirigenti si rimanda a quanto previsto dal C.G.S. della F.I.G.C.

 

  • 1.17 – CLASSIFICA COPPA DISCIPLINA

 

Per determinare la speciale classifica della Coppa Disciplina, saranno applicati i seguenti punteggi in relazione alle infrazioni per:

ammonizione -1 penalità;  ammonizione con diffida -2 ; squalifica per somma di ammonizioni e a giornata -3.

 

Art. 1.18  –  NORME REGOLAMENTARI

 

La manifestazione si svolgerà nel pieno rispetto delle disposizioni organizzative di cui alle Norme Organizzative dell’ ASI  e di quelle tecniche previste dalle “Regole del giuoco e decisioni ufficiali” attualmente in vigore. Il numero minimo per iniziare una gara e di 3 calciatori di cui uno che riveste il ruolo di portiere con maglia di colore diverso altri calciatori e  dall’Arbitro.

La Società ospitante è tenuta a fare indossare alla propria squadra la maglia con i colori ufficiali, indicati nel prospetto che sarà diramato a cura della Segreteria . Nel caso di colori similari delle maglie, la Società seconda nominata in calendario  dovrà provvedere a sostituire le maglie della propria squadra.

 

Art. 1.19 – RECLAMI

 

Sono legittimati ad interporre reclamo, in base alla normativa stabilita dal presente regolamento, le Società ed i tesserati compreso i Dirigenti. Per presentare reclamo occorre avervi interesse diretto. Quando vi siano reclami in ordine allo svolgimento delle gare o posizione irregolare di calciatori, hanno interesse diretto soltanto le Società ed i tesserati partecipanti alla gara. I reclami dovranno essere preannunciati all’arbitro entro 15 minuti dopo la fine della gara, in presenza del responsabile o capitano della squadra avversaria, che firmerà per ricevuta copia del preannuncio di reclamo. Successivamente dovrà dare seguito al preannuncio di reclamo, motivandolo ed allegando la tassa di € 50,00 entro le ore 24 del quinto giorno successivo alla gara, recapitandolo, in busta chiusa alla Segreteria  del Settore Calcio ASI, sita in Palermo , via Settembrini, 26. Sarà cura di quest’ultima contattare la controparte, che dovrà fornire le eventuali controdeduzioni per iscritto entro 3 giorni, sempre alla Segreteria del Settore  Calcio. Qualora il reclamo faccia riferimento a gare ove sia prevista l’eliminazione diretta, il reclamo deve pervenire entro le ore 24 del giorno successivo alla gara, mentre la controparte dovrà fornire le proprie controdeduzioni per iscritto entro il giorno successivo al ricevimento del reclamo. Le tasse dei reclami accolti, anche parzialmente, verranno restituite, incamerate in ogni caso diverso.

La Segreteria del Settore Calcio di Palermo, prima dell’inizio del Campionato, consegnerà ad ogni Società un elenco contenente tutti gli indirizzi completi delle Società partecipanti ove poter inviare gli atti afferenti il Campionato.

Le Società iscritte all’atto della loro partecipazione, autorizzano la Segreteria del Settore Calcio di Palermo a divulgare i suddetti dati.

  • 1.20 – COMUNICATI UFFICIALI

 

Copia del Comunicato Ufficiale sarà messo a disposizione delle Società tutti i venerdì dopo le ore 08.00 presso la Segreteria del Settore Calcio ASI  e via e-mail agli indirizzi comunicati dalle singole squadre, oppure contattando telefonicamente la Segreteria del Settore  Calcio per la possibile trasmissione via fax. Tutte le Società sono tenute al ritiro del Comunicato Ufficiale che si intende conosciuto al momento della sua pubblicazione. Non si accetteranno reclami per Comunicazioni Ufficiali non conosciute.

 

  • 1.21 – SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

 

  • Comitato Provinciale ASI Palermo – via Settembrini, 26;
  • Responsabile Settore Calcio – Sig. Salvatore Ramondino – 347/6332883;
  • Segretario Settore Calcio – Sig. Antonino Pollara – 342/5107745
  • E-mail – calcioecalcioa5@asipalermo.it
  • sito ufficiale – asipalermo.it
  • gruppo facebook – 4° Campionato femminile ASI

 

  • 1.22 DISPOSIZIONE FINALE

 

Per quanto non espressamente sancito dal presente regolamento, si rimanda a quanto previsto dalle disposizioni Nazionali ASI e dalle Carte Federali F.I.G.C. in materia di competizioni nazionali ufficiali.